Le temperature all’esterno si sono abbassate e di conseguenza è necessario accendere il riscaldamento in casa.
Ecco 10 regole che vi permettono di risparmiare sulla bolletta.

  1. Effettuare la manutenzione degli impianti: controllare ogni anno il funzionamento della caldaia e di tutto il sistema di riscaldamento fa risparmiare fino il 60%, oltre a vivere in sicurezza.
  2. Controllare la temperatura degli ambienti: solitamente la temperatura massima, per legge, si attesta attorno ai 22 gradi ma con 19 gradi gli ambienti risultano già confortevoli. Inoltre ogni grado in più comporta un aumento di consumo non indifferente.
  3. Programmare le ore di accensione: quando non si è in casa, è inutile tenere a 19 gradi la temperatura, meglio impostare una temperatura di 13-14 gradi. Anche di notte, se non si soffre particolarmente il freddo, sarebbe opportuno abbassare il riscaldamento.
  4. Schermare le finestre durante la notte: chiudere le persiane o abbassare le tapparelle oppure mettere davanti alle finestre delle tende pesanti, sono dei buoni sistemi per non disperdere il calore che si è creato durante il giorno.
  5. Evitare ostacoli davanti e sopra i termosifoni: non mettere divani o poltrone o altri mobili davanti ai caloriferi in quanto ostacolano la diffusione del calore. Sarebbe invece opportuno usare della carta stagnola o un pannello riflettente da mettere tra la parete e il termosifone, se è incassato: in questo modo si aumenta la diffusione del calore.
  6. Non lasciare le finestre aperte a lungo: non serve tenere aperte per ore le finestre per far cambiare l’aria, bastano pochi minuti. Più si lasciano aperte le finestre, più tempo ci vorrà poi per riportare alla temperatura ideale l’ambiente.
  7. Avere impianti di riscaldamento innovativi: se è arrivato il tempo di cambiare la caldaia ormai vecchia, attualmente la legge impone l’installazione delle caldaie a condensazione e delle pompe di calore ad alta efficienza. Inoltre vi sono in commercio dei sistemi che si adattano all’utilizzo di fonti alternative come il solare termico o il fotovoltaico, prodotti che la Castelli Service installa direttamente dopo aver rilasciato fatto un sopralluogo gratuito presso l’interessato.
  8. Centralina di regolazione automatica della temperatura: è uno strumento che, rilevando i gradi effettivi all’esterno e all’interno della casa, riesce a ottimizzare i consumi fornendo la quantità di energia necessaria per mantenere la temperatura impostata. Si evitano in questo modo degli inutili picchi o sbalzi di potenza oltre ad avere la possibilità di impostare la programmazione oraria, giornaliera e settimanale della centralina, garantendo un ulteriore risparmio energetico.
  9. Utilizzare valvole termostatiche: servono a regolare il flusso dell’acqua calda nei termosifoni, consentendo di non superare, negli ambienti dove sono installate, la temperatura impostata in media per l’intero appartamento, specie nelle stanze esposte verso sud, spesso riscaldate già dal sole.
  10. Contabilizzazione del calore: installare dispositivi di misura del calore sui radiatori così da di gestire in autonomia e indipendenza, il riscaldamento del proprio appartamento se di vive in condominio.