Forse è ancora prematuro ma se ne sta già parlando: le auto elettriche prima o poi sostituiranno le auto a motore, soprattutto le Diesel.
E per chi ha già l’impianto fotovoltaico o ha in previsione di installarlo, avere una auto elettrica potrà solo aumentare il risparmio sulle spese famigliari.
Attualmente i fattori che maggiormente rallentano la diffusione delle auto elettriche sono sicuramente la scarsa informazione: l’auto elettrica è due volte ecologica, dato che è pulita perché non inquina l’aria che respiriamo ed è pulita perché possiamo alimentarla con l’energia prodotta con l’impianto fotovoltaico casalingo.

L’auto elettrica oggi

Attualmente l’auto elettrica è un’automobile dotata di un motore elettrico che viene anche chiamata “EV” eletric vehicle. È spinta da un motore elettrico che utilizza l’energia elettrica accumulata dalla batteria agli ioni di litio, trasformandola nell’energia meccanica necessaria a far muovere la vettura.

L’energia elettrica accumulata dalla batteria agli ioni di litio viene trasferita al motore elettrico grazie all’inverter.
Questo dispositivo trasforma la corrente continua dell’accumulatore in corrente alternata e la invia al motore.
In fase di rilascio dell’acceleratore, il motore elettrico auto funge da generatore e ricarica la batteria; identica funzione si attiva in fase di frenata.

Quanto si risparmia con le auto elettriche

C’è chi si è dedicato a fare un po’ di conteggi sul risparmio di avere un’auto elettrica in confronto a un veicolo con motore Diesel:
in un anno, per un auto che fa 20.000 km in percorso misto 10.000 in città e 10.000 km fuori, si è calcolato che con l’auto elettrica caricata dalla rete si può arrivare a un risparmio del 70% e addirittura del 93% se la ricarica viene fatta con l’impianto fotovoltaico di proprietà.

Ovviamente attualmente i km percorsi giornalmente non possono superare i 500 km (con la Tesla) oppure ci si dovrebbe informare dove si trovano le colonnine di ricarica lungo il percorso del nostro viaggio, come per esempio presso i grandi centri commerciali o in qualche zona specifica delle città.

Quando ricaricare?

Qualcuno giustamente ha pensato: “Se io voglio usare la mia auto elettrica di giorno, come faccio a caricarla la notte con l’energia solare?” Per questo problema basta avere un sistema di accumulo che incamera l’energia diurna prodotta in eccesso per essere usata durante le ore notturne. All’impianto fotovoltaico è collegato un dispositivo che è in grado di ricaricare l’auto elettrica con l’energia prodotta in eccesso dall’impianto fotovoltaico.

Risparmio Green

L’obiettivo quindi è rendere gli utenti più autonomi nell’utilizzo di energia e consentire di risparmiare in bolletta, riducendo al minimo il prelievo di elettricità dalla rete, anche per quanto riguarda il rifornimento della vettura.
Auto elettriche e fotovoltaico possono quindi diventare dunque un connubio vincente per combattere le emissioni e aiutare a migliorare lo stato di salute della nostra Terra.