La Castelli Service è da anni specializzata nel risparmio energetico ed è sempre attenta alle possibilità di risparmio che vengono promosse dal Governo per migliorare l’efficienza energetica della propria casa.
Per il 2020, oltre alle proroghe per le detrazioni casa, vi sarà il Bonus Facciata che sembra possa valere anche per le spese sostenute per il 2019.

Novità Bonus dal Governo

Oltre alla conferma dei bonus per la casa (come ecobonus, sismabonus, bonus mobili, ristrutturazione edilizia), nel 2020 vi sarà la possibilità di detrarre il 90% delle spese di ristrutturazione o di recupero della facciata della propria casa o del condominio.
Lo sconto fiscale si innesta sulla base del bonus ristrutturazioni, portando il suo ammontare dal 50 al 90% per le spese documentate, sostenute nel 2020, relative a interventi sulle facciate degli edifici.
Allo stato attuale, prima quindi della approvazione della legge (che deve avvenire entro il 25 dicembre) non vi è limite di importo di spesa (forse il limite sarà di 192.000,00 euro).

Le tipologie di lavori inseriti nel Bonus

La tipologia dei lavori sono gli interventi edilizi, comprese le manutenzioni straordinarie ed ordinarie, finalizzati al recupero o restauro della facciata.
Sono inseriti nel Bonus:

Inoltre, grazie all’espressa indicazione nella norma della possibilità di beneficiarne anche in caso di manutenzione ordinaria, sarà sufficiente ritinteggiare la casa per usufruire del bonus.

Applicabilità del beneficio

Possono accedere allo sconto i soggetti IRPEF ossia persone fisiche private, società semplici ed enti non commerciali.
Il condominio non è un soggetto IRPEF quindi tecnicamente la detrazione spetta alla persona fisica privata proprietaria dell’unità individuale o facente parte del condominio.

Sono esclusi le imprese individuali e collettive e i soggetti IRES (società di capitali, enti commerciali e altre persone giuridiche).
Ne beneficiano imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.

Le proroghe per il 2020

Ad arricchire il pacchetto ci sono poi le consuete proroghe.
Fino al 2020 sarà ancora possibile sfruttare l’ecobonus con l’assetto attuale: detrazione del 65%, che viene ridotta al 50% in alcuni casi.
Ad esempio, per l’acquisto e la posa in opera di finestre come per gli infissi o per le schermature solari.

Restiste anche il Bonus Mobili del 50%

Ci sarà ancora un anno anche per il 50% relativo alle ristrutturazioni: al bonus ristrutturazioni sarà agganciato, come è stato per il 2019, il bonus mobili.
La nuova regola è che per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati dal 2019 è riconosciuta una detrazione pari al 50% per le ulteriori spese documentate per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe pari almeno ad A+.

EcoBonus condominiale dal 70% al 75%

Per l’ecobonus condominiale si arriva fino al 2021 per la detrazione dedicata alle parti comuni: potrà avere un ammontare del 70 o 75%, a seconda dei casi.
Rientra sotto questo ombrello il cappotto termico, un intervento di efficientamento globale degli edifici tra i più praticati.

La professionalità della Castelli Service

La Castelli Service è in grado di sostenere i propri clienti nella elaborazione di tutti documenti utili all’ottenimento della detrazione.