Se è necessaria la sostituzione della caldaia, perché vecchia oppure non a condensazione, è importante sapere che fino al 31 dicembre 2019 si può accedere al Bonus Caldaia 2019.

CHI PUÒ ACCEDERE AL BONUS E SU QUALI EDIFICI

possono accedere tutti i contribuenti che:

Per usufruire dello sconto fiscale, alla data della richiesta di detrazione gli edifici devono essere:

I contribuenti hanno diritto ad usufruire della 
detrazione IRPEF pari al 65% in funzione delle caratteristiche tecniche della caldaia

QUALI CALDAIE RIENTRANO DEL BENEFICIO DEL 65%

le Detrazione IRPEF pari al 65% sono per:

  1.  sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza energetica stagionale per il riscaldamento d’ambiente (ηs) ≥ 90%, pari al valore minimo della classe A
  2. sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di cui al superiore punto 1) e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti.
  3. sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori d’aria calda a condensazione

ESEMPIO DI CALCOLO

Supponendo che un contribuente acquisti nel corso dell’anno una caldaia con caratteristiche tecniche di cui ai punti 1) o 2)  e che sostenga una spesa complessiva pari ad euro 6.000, il beneficio finanziario sarà pari al risparmio fiscale sarà:
Costo sostituzione ed installazione caldaia a condensazione   | 6.000,00 euro
Sconto fiscale pari a detrazione IRPEF (65%)                              | 3.900,00 euro
Ritorno finanziario in 10 rate annuali di pari importo              | 390,00 euro


SPESE CON AGEVOLAZIONI

Rientrano nell’agevolazione fiscale tutte le spese per: